Microplastiche nei cosmetici

Microplastiche nei cosmetici

Spesso, inconsapevolmente, usiamo prodotti che contengono plastica. Succede ad esempio anche quando ci laviamo i denti senza rendercene conto.

Icona

Plastic not so fantastic

Spesso, inconsapevolmente, usiamo prodotti che contengono plastica. Succede ad esempio anche quando ci laviamo i denti senza rendercene conto.

Ovviamente ci riferiamo alle microplastiche, che possono essere molto problematiche! Perché? Ecco le due ragioni principali

  1. Queste particelle di plastica sono dannose per l'ambiente
  2. Possono essere pericolose anche per la salute

Solo in Germania, ogni anno vengono utilizzate circa 500 tonnellate di microsfere di plastica per produrre cosmetici come peeling, dentifrici, make-up, ecc. In totale, l'Europa scarica in mare 80.000-219.000 tonnellate di microplastiche ogni anno. A questo punto, una domanda viene spontanea: come mai vengono usate nei cosmetici? Perché sono estremamente economiche, molto di più delle alternative naturali e biodegradabili.

Dato che queste particelle di plastica sono molto piccole, di solito riescono a infiltrarsi con facilità nell'ambiente e nel mare. Il problema è che agiscono come una calamita sulle tossine ambientali scarsamente degradabili e le accumulano.

Dal tuo bagno, al mare fino ad arrivare nel tuo piatto

Milioni di tonnellate di queste minuscole particelle di plastica inquinano gli oceani, minacciando l'ecosistema marino e la salute umana. Purtroppo infatti, spesso le creature marine scambiano gli scarti dei nostri cosmetici per cibo. Di conseguenza, il pesce e i molluschi che mangiamo possono contenere microplastiche e altre tossine che hanno precedentemente ingerito. Anche la maggior parte del sale marino oggi contiene particelle di plastica.

Bisogna però ricordare che non tutta la plastica presente delle nostre acque e nel mare deriva dai cosmetici. Le fibre sintetiche come il pile o il poliestere contribuiscono in gran parte all'inquinamento plastico, poiché le particelle fini si staccano durante il lavaggio. Anche i rifiuti di plastica più grandi si decompongono lentamente in piccole particelle che non vengono smaltite per moltissimo tempo.

Le microplastiche stanno diventando un vero problema

Gli scienziati temono che le microplastiche e le tossine accumulate possano causare problemi alle forme di vita marine e agli esseri umani se consumate in dosi maggiori.

Cosa possiamo fare? Noi proponiamo una dicitura chiara sui prodotti cosmetici che contengono microplastiche. Solo in questo modo i consumatori possono davvero prendere una decisione di acquisto consapevole.

Alcuni paesi hanno vietato per legge l'uso delle microplastiche nei cosmetici. Speriamo che presto l'UE ne segua l'esempio, dato che finora sono state emesse solo deroghe volontarie. Purtroppo, molti produttori non hanno cambiato la loro produzione. In ogni caso, non è solo l'industria cosmetica a essere responsabile della quantità di plastica presente nel mare.

Cosa puoi fare nel quotidiano?

  1. Evita le microplastiche nei prodotti cosmetici e scegli prodotti naturali o biologici certificati. Codecheck ti aiuta a rintracciare microplastiche e ti suggerisce quali cosmetici evitare
  2. Scegli abiti in fibre naturali come cotone o viscosa
  3. Evitare la plastica nella vita di tutti i giorni è difficile, ma esistono tante alternative valide. Basta una ricerca veloce in internet per trovare delle idee per uno stile di vita più attento all'ambiente

Come alternativa ai peeling con microplastiche, abbiamo creato il Renewing Superfood Peeling - un prodotto completamente naturale e ottimo sia per la pelle che per l'ambiente.

Prodotti consigliati

10% di sconto per te!

Sfondo newsletter

− Newsletter −

Ciao!

Siamo Pure Skin Food e vogliamo fare risplendere la tua pelle. Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni
il 10% sul tuo prossimo ordine!

Con l'iscrizione alla nostra newsletter, il cliente accetta il trattamento dei suoi dati secondo le nostre normative di sicurezza e protezione dati.